10 Trucchi per Superare un Tabù Sessuale!

 

 

I tabù, soprattutto quelli sessuali, sono croce e delizia di qualunque esistenza pepata. Siamo cresciuti a pane, tabù e colpe e quando ci troviamo di fronte alla possibilità di provare qualcosa che non conosciamo spesso rimaniamo bloccati. E ti credo! Secondo la cultura che ci hanno inculcato ci dovevano capitare le peggior cose: dovevamo diventare ciechi, tutti, nessuno escluso, se ci fossimo toccati; a qualcuno sarebbero cadute le mani, ad altri sarebbe marcito il pene, molti di noi dovevano girare come tizzoni umani e bruciare all’inferno per sempre.

Agli altri sarebbero toccate dosi massicce di sapone ovunque per lavare via le colpe. Un’epurazione dalle mille bolle blu.

Avremmo dovuto espiare peccati estremi, piegati dal carico della colpa.

E invece eccoci qui, coi nostri bei 10/10 per occhio, con la consapevolezza che più sesso fai, meglio sta il tuo cuore.

Ci hanno sempre venduto i tabù come qualcosa di insuperabile, ci hanno inculcato l’impossibilità di fare qualcosa generando un senso di colpa senza eguali.

Già, ma come si fa a superare un tabù?

 

Ecco un piccolo e veloce decalogo di sopravvivenza.

 

1- non morirete e non resterete menomati – a meno che non vogliate sperimentare qualcosa di estremo tipo farvi segare davvero a metà o farvi cavare gli occhi con un punteruolo, in generale non vi succederà nulla nel lasciarvi andare a un piacere che desiderate da tempo. Al massimo, se è un’attività fisica impegnativa potreste sudare un po’, questo si.

 

2 – mettetevi in sicurezza – l’unico motivo per farsi venire dei seri sensi di colpa è non prendere le giuste precauzioni: imparate sempre a fare tutto ciò che serve per non mettere in pericolo fisicamente e a livello di salute voi e le persone che sono con voi. Questo non riguarda solo l’attività che decidete di intraprendere in quel momento, ma anche la vita di tutti i giorni. (Per capirci: lasciate perdere le legature se non le sapete fare: prima fate un corso, poi praticate. Idem per il breath control: occhio. Serve avere ben chiaro i propri limiti e quelli degli altri. Poi tutto è possibile e tutto esponenzialmente divertente e bellissimo).

 

3- Un’infezione non è un male divino – è solo causata da un abbassamento della soglia di attenzione. Vediamo di non portarci a casa simpaticissime malattie sessualmente trasmissibili poi difficili o impossibili da debellare. Quelle si che possono essere una spada di Damocle sulla testa. Ormai non ci si crepa più, ma diciamocelo: evitare è meglio. Basta poco, e quel poco spesso è rappresentato da un preservativo ultrasottile e il gioco è fatto.

 

4 – fate i conti con la coscienza: ma fatelo senza contare su quello che vi hanno inculcato- fatelo soppesando ciò che desiderate e ciò che guadagnate moralmente ed emotivamente dall’esperienza che volete fare. Il rimpianto spesso è il peggiore dei peccati. A quello non c’è rimedio.

 

5 – fate in modo di sentirvi a vostro agio. Quando volete superare un tabù fatelo in compagnia di persone di cui vi fidate, se è qualcosa che prevede la presenza di più persone. Se è una pratica che prevede una sola persona, cercate qualcuno che vi possa insegnare, o che voglia sperimentare come voi. Fate in modo che sia tutto il più confortevole possibile.

 

6- non strafate -  superare un tabù non significa buttarsi a capofitto in qualcosa senza ragionare. Personalmente non sono una tifosa della perdita dei freni inibitori. Non giustifico le ubriacature o il drogarsi per riuscire a non temere qualcosa. In realtà si tratta solo di fare un passo oltre il limite prestabilito. Non serve corrergli addosso. Si può valicare anche con calma. Chi ve lo fa fare di saltare in Fosbury, magari senza nemmeno il materassone?

 

7 – Divertitevi. È per quello che lo fate. È per quello che lo volete fare. Divertitevi. Sorpassare un tabù deve essere un piacere, una scoperta, una passeggiata in qualcosa che non ci aspettiamo.

 

8 – Non offendetevi e non rimaneteci male per un no. Vincere un tabù è qualcosa di complesso, serve coraggio, serve crederci. Quindi se avete pianificato di farlo con qualcuno che poi ci ripensa, non rimaneteci male. Il ripensamento non è segno di debolezza. Significa che non si è ancora pronti. Niente di male. Forse è il caso di fermarsi. Forse non era il momento perfetto. Arriverà. O arriverà una persona più giusta con cui farlo.

 

9- Basta poco: incredibilmente superare un tabù può rivelarsi facile. Talvolta riguarda un acquisto. Magari un click in un sito come questo. Ogni tanto un atteggiamento. Meglio un rimorso di un rimpianto. Se sbagliate qualcosa potete metterci una pezza, ma se non lo fate non lo saprete mai.

 

10 – Il consenso- ovviamente è importante che ciò che farete abbia sempre il consenso della persona coinvolta. Parliamo di maggiorenni in grado di decidere lucidamente della propria vita. Tenuti presenti questi fattori che cosa vi spinge a non provarci? Mh?

 

Quale tabù dovete ancora superare? Che cosa vi impedisce di farlo? Ne avete infranto qualcuno e siete ancora vivi da poterlo raccontare?

Se volete superare un tabù, qui siete nel posto giusto.

Non vi giudicheremo. Ma vi supporteremo in ogni modo. Siete pronti per lasciarvi andare? Il vostro primo passo per superare i vostri tabù parte proprio da qui. Cosa aspettate?

 Parola di Valentina Maran...

LoveTabu...e ti piace di più!!!!   

 

 

 

 

Posted in News By

Lovetabu